Preghiera e pensiero del giorno (rito ambrosiano)

Pagina 1 di 2 1, 2  Seguente

Andare in basso

Preghiera e pensiero del giorno (rito ambrosiano)

Messaggio Da enricorns2 il Sab Set 10, 2016 8:28 pm

Convertici a te, Dio nostra salvezza


10.09.2016


Dt 11,18-24; Sal 94; Ef 2,11-18; Lc 17, 20-21



Egli è venuto ad annunciare pace a voi che eravate lontani, / e pace a coloro che erano vicini. / Per mezzo di lui infatti possiamo presentarci, gli uni e gli altri, / al Padre in un solo Spirito.(Ef 2,18)



Dal tempo di Mosè ad oggi le cose sono davvero cambiate. Allora ai fedeli dell'unico Dio veniva chiesto di portare dei segni di riconoscimento, di tenere la parola della legge legata a sè per non allontanarsene. Mosè prometteva, in cambio di fedeltà al Signore, che "ogni luogo che la pianta del vostro piede calcherà, sarà vostro: i vostri confini si estenderanno dal deserto al Libano, dal fiume, il fiume Eufrate, al mare occidentale". Un'alleanza rinnovata da Dio per la piena vita del popolo eletto.

Ma Gesù, fattosi unico segno della presenza di Dio e della salvezza donata all'umanità, promette la pienezza di vita, la pace ai vicini e ai lontani, ed assicura che il Regno è già in mezzo a noi. E l'apostolo Paolo ci dice che Cristo ha abolito la Legge, fatta di prescrizioni e di decreti, ed ha creato in se stesso, un solo uomo nuovo, cancellando le distinzioni tra vicini e lontani,



Preghiamo col Salmo



Venite, cantiamo al Signore,

acclamiamo la roccia della nostra salvezza.

Accostiamoci a lui per rendergli grazie,

a lui acclamiamo con canti di gioia.
avatar
enricorns2
Admin

Messaggi : 454
Data d'iscrizione : 10.09.16

Visualizza il profilo dell'utente http://certamentecerto.forumattivo.com

Torna in alto Andare in basso

Re: Preghiera e pensiero del giorno (rito ambrosiano)

Messaggio Da enricorns2 il Dom Set 11, 2016 6:24 am

Gustate e vedete come è buono il Signore

11.09.2016
 
Is 5,1-7; Sal 79; Gal 2,15-20; Mt 21,28-32
 
Non è sufficiente aderire alla volontà di Dio solo con tante parole, occorre la sollecitudine e la verità dei fatti. (Mt 21)
 
Il richiamo di Gesù al suo popolo che tarda a convertirsi e non crede alla rivelazione è rafforzato proprio dalla paradossale promessa che ad entrare nel regno dei cieli possano essere pubblicani e prostitute che, pur con una vita lontana dalle devozioni del tempio, sono stati capaci di ravvedersi e di capire il senso profondo della vita.
Senza conversione seria e operativa, non entreremo nel regno e non ci saranno scuse nè vane giustificazioni che potranno cambiare la situazione. Dio solo conosce il nostro cuore, al di là di ogni apparenza, e l'apertura alla grazia è nelle mani di Dio che, comunque e sempre, guarda a noi con misericordia, amandoci fino alla fine.
Il tono severo con cui Isaia ci trasmette la parola di Dio contro il popolo degli eletti, colpevole di infedeltà alla parola data al Signore, vuole proprio indicare l'impegno da porre nella gestione della libertà che Dio ci ha donato e che richiede risposte responsabili.
 
Preghiamo col Salmo
 
La vigna del signore è il suo popolo.
Dio degli eserciti, ritorna!
Guarda dal cielo e vedi e visita questa vigna,
proteggi quello che la tua destra ha piantato,
il figlio dell'uomo che per te hai reso forte
avatar
enricorns2
Admin

Messaggi : 454
Data d'iscrizione : 10.09.16

Visualizza il profilo dell'utente http://certamentecerto.forumattivo.com

Torna in alto Andare in basso

Re: Preghiera e pensiero del giorno (rito ambrosiano)

Messaggio Da enricorns2 il Lun Set 12, 2016 9:36 am

Gustate e vedete come è buono il Signore

S. Nome della Beata Vergine Maria

12.09.2016
 
1Pt 3,1-7; Sal 23; Lc 17,1-3a
 
"Un'anima incorruttibile, piena di mitezza e di pace: ecco ciò che è prezioso davanti a Dio". (1Pt 3)
 
E' inevitabile che avvengano gli scandali, diceva Gesù ai suoi discepoli, ma guai a chi ne è la causa. Oggi, più che inevitabile, sembra sia una ordinaria modalità di vivere quella di subire o di mettere in atto scandali; nulla più appare di misura insopportabile.
Eppure Gesù si è espresso con molta chiarezza, condannando chi scandalizza soprattutto i più piccoli, gli indifesi e quanti non possono sottrarsi alle conseguenze negaste di uno scandalo. Sembra fuori moda la linea di comportamento indicata da Pietro nella usa lettera, anche se è giusto interpretarla con i termini più consoni alla sensibilitù di oggi.
Infatti, la mitezza di cui l'apostolo parla e che attribuisce particolarmente alle donne, non va intesa come divieto di pensare e di assumersi responsabilità, quanto di agire e di mettere in campo i propri talenti nel rispetto degli altri, a partire proprio dei famigliari, per essere testimoni credibili di un modo di vivere improntato alla carità e alla verità evangelica.
 
Preghiamo col Salmo
 
Del Signore è la terra
e quanto contiene:
il mondo, con i suoi abitanti.
E' lui che l'ha fondato
sui mari e sul fiume l'ha stabilito.
avatar
enricorns2
Admin

Messaggi : 454
Data d'iscrizione : 10.09.16

Visualizza il profilo dell'utente http://certamentecerto.forumattivo.com

Torna in alto Andare in basso

Re: Preghiera e pensiero del giorno (rito ambrosiano)

Messaggio Da enricorns2 il Mar Set 13, 2016 12:49 pm

Gustate e vedete come è buono il Signore

13.09.2016
 
1Pt 3,8-17; Sal 33; Lc 17,3b-6
 
"Carissimi, siate tutti concordi, partecipi delle gioie e dei dolori degli altri, animati da affetto fraterno, misericordiosi, umili. Non rendete male per male né ingiuria per ingiuria, ma rispondete augurando il bene". (1Pt 3)
 
Una semplice regola di vita per stare in pace e ricevere la benedizione di Dio. L'apostolo Pietro incoraggia a guardare alle vicende quotidiane con un occhio diverso, pacificato e carico di speranza, pur sapendo che le difficoltà non mancano, che l'ingiustizia sembra prevalere sul rispetto e la difesa dei diritti. Non è ingenuità, nè semplice buonismo, ma via per testimoniare Cristo e adorare Dio che rimane sempre il signore della storia, tanto è vero che Pietro dice :"è meglio soffrire operando il bene che facendo il male".
Gesù insegna ai suoi discepoli quanto si debba perdonare il fratello pentito. Di fronte ad una colpa è giusto il rimprovero e la correzione, ma con l'animo di chi è pronto a perdonare a fronte di un pentimento.
 
Preghiamo col Salmo
 
Benedirò il Signore in ogni tempo,
sulla mia bocca sempre la sua lode.
Io mi glorio nel Signore:
i poveri ascoltino e si rallegrino.
Magnificate con me il Signore,
esaltiamo insieme il suo nome.
avatar
enricorns2
Admin

Messaggi : 454
Data d'iscrizione : 10.09.16

Visualizza il profilo dell'utente http://certamentecerto.forumattivo.com

Torna in alto Andare in basso

Re: Preghiera e pensiero del giorno (rito ambrosiano)

Messaggio Da enricorns2 il Mer Set 14, 2016 7:48 am


Gustate e vedete come è buono il Signore


14.09.2016


Esaltazione della Santa Croce

Nm 21,4b-9; Sal 77; Fil 2,6-11; Gv 3,13-17







Nella croce di Cristo abbiamo la risposta più credibile di Dio ai nostri inquietanti interrogativi. il Figlio di Dio assume su di sè la nostra condizione umana e la condivide fino alla morte. (Fil 2)





L’esaltazione della santa Croce ci fa conoscere un aspetto del suo cuore che solo Dio stesso poteva rivelarci: la ferita provocata dal peccato e dall’ingratitudine dell’uomo diventa fonte, non solo di una sovrabbondanza d’amore, ma anche di una nuova creazione nella gloria. Attraverso la follia della Croce, lo scandalo della sofferenza può diventare sapienza, e la gloria promessa a Gesù può essere condivisa da tutti coloro che desideravano seguirlo.

La morte, la malattia, le molteplici ferite che l’uomo riceve nella carne e nel cuore, tutto questo diventa, per la piccola creatura, un’occasione per lasciarsi prendere più intensamente dalla vita stessa di Dio. Con questa festa la Chiesa ci invita a ricevere questa sapienza divina, che Maria ha vissuto pienamente presso la Croce: la sofferenza del mondo, follia e scandalo, diventa, nel sangue di Cristo, grido d’amore e seme di gloria per ciascuno di noi.





Preghiamo col Salmo





Popolo mio, porgi l'orecchio al mio insegnamento,

ascolta le parole della mia bocca.

Aprirò la mia bocca in parabole,

rievocherò gli arcani dei tempi antichi.
avatar
enricorns2
Admin

Messaggi : 454
Data d'iscrizione : 10.09.16

Visualizza il profilo dell'utente http://certamentecerto.forumattivo.com

Torna in alto Andare in basso

Re: Preghiera e pensiero del giorno (rito ambrosiano)

Messaggio Da enricorns2 il Gio Set 15, 2016 1:02 pm

Gustate e vedete come è buono il Signore

15.09.2016
 
1Pt 4,1-11; Sal 72; Lc 17,11-19
 
La fine di tutte le cose è vicina. Siate dunque moderati e sobri, per dedicarvi alla preghiera. soprattutto conservate fra voi una carità fervente. (1Pt 4)
 
Gesù ha pietà dei lebbrosi e li risana, senza chiedere loro alcuna condizione, e li rimanda alla comunità di appartenenza. E' questo un segno messianico di grande luminosità: il regno di Dio è venuto; l'umanità è risanata ed è Gesù che opera la salvezza senza interventi di altri. Ma anche davanti ad un fatto prodigioso come la guarigione dalla lebbra, non è immediato il credere e riconoscere l'opera salvifica di Gesù.
Dei dieci miracolati, uno solo si volge a Gesù per ringraziarlo; anche in questa occasione di carità, è un Samaritano che si distingue da tutti gli altri, lui che era considerato straniero, impuro, lontano dalla fede dei Padri.
Quello che il vangelo vuole dirci è che la fede rende puri, fa scoprire e onorare il vero Dio e ne fa percepire le opere.
 
 
Preghiamo col Salmo
 
Quando era amareggiato il mio cuore
e i miei reni trafitti dal dolore,
io ero insensato e non capivo,
stavo davanti a te come una bestia.
avatar
enricorns2
Admin

Messaggi : 454
Data d'iscrizione : 10.09.16

Visualizza il profilo dell'utente http://certamentecerto.forumattivo.com

Torna in alto Andare in basso

Re: Preghiera e pensiero del giorno (rito ambrosiano)

Messaggio Da enricorns2 il Ven Set 16, 2016 9:02 am

Gustate e vedete come è buono il Signore

16.09.2016
 
 1Pt 4,12-19; Sal 10; Lc 17,22-25
 
Carissimi, non meravigliatevi della persecuzione che, come un incendio, è scoppiata in mezzo a voi per mettervi alla prova, come se vi accadesse qualcosa di strano.  (1Pt 4)
 
Il nome di Maria è motivo di gioia e di speranza. Lo invochiamo perchè ci sia dato di vivere oggi e sempre operosi e sereni. E' il nome di colei che è madre e modello di tutti i credenti.
Intanto le letture del giorno ci allertano di eventuali, forse prevedibili, tempi di difficoltà, di persecuzione, di disorientamento, che sembrano esplodere contro quanti si impegnano a vivere seondo la parola del Signore. La promessa di Gesù è il Regno, ma nella fatica di un cammino che è da lui già anticipato nella crocifissione e resurrezione. "Ma se uno soffre come cristiano, non ne arrossisca; per questo nome, anzi, dia gloria a Dio" ci dice l'epistola di Pietro.
Gesù ha garantito la salvezza e la promessa di vita piena ma certo non l'annullamento delle difficoltà che nella storia umana sono ricorrenti e mai cancelllate.
 
 
Preghiamo col Salmo
 
Nel Signore mi sono rifugiato.
Come potete dirmi:
«Fuggi come un passero verso il monte»?
Ecco, i malvagi tendono l’arco,
aggiustano la freccia sulla corda
per colpire nell’ombra i retti di cuore.
avatar
enricorns2
Admin

Messaggi : 454
Data d'iscrizione : 10.09.16

Visualizza il profilo dell'utente http://certamentecerto.forumattivo.com

Torna in alto Andare in basso

Re: Preghiera e pensiero del giorno (rito ambrosiano)

Messaggio Da enricorns2 il Sab Set 17, 2016 10:32 am

Gustate e vedete come è buono il Signore

17.09.2016
 
Dt 12,1-12; Sal 95; Rm 9,25-10,4; Lc 18,31-34
 
Gesù predice la sua morte e resurrezione, ma gli apostoli e i discepoli non capiscono: il parlare di Gesù rimane avvolto nell'oscurità. (Lc 18)
 
Rimane sempre misterioso il disegno di Dio che ha voluto la salvezza dell'uomo passando per la crocifissione del Figlio, così come rimane avvolta da mistero la croce di fatica e sofferenza di ogni persona nella storia della sua vita.
Perchè si debba soffrire rimane una domanda senza risposta se non nella fede che accoglie il senso della morte e resurrezione di Cristo. Ogni croce si allinea accanto a quella di Gesù e si illumina alla sua luce, diventa riflesso della sua gloria nella resurrezione. Ci sostiene la fede che è anch'essa un sacrificio, una rinunzia a vedere con la pura ragione per accogliere e affidarsi alla Parola di Dio.
 
Preghiamo col Salmo
 
Gioiscano i cieli, esulti la terra,
risuoni il mare e quanto racchiude;
davanti al Signore che viene:
sì, egli viene a giudicare la terra;
giudicherà il mondo con giustizia
e nella sua fedeltà i popoli.
avatar
enricorns2
Admin

Messaggi : 454
Data d'iscrizione : 10.09.16

Visualizza il profilo dell'utente http://certamentecerto.forumattivo.com

Torna in alto Andare in basso

Re: Preghiera e pensiero del giorno (rito ambrosiano)

Messaggio Da enricorns2 il Dom Set 18, 2016 11:09 am


Donaci, Signore, la tua sapienza


18.09.2016


Is 43,24c-44,3; Sal 32; Eb 11,39-12,4; Gv 25-36



Tu mi hai dato molestia con i peccati, ma io cancello i tuoi misfatti per amore di me stesso. (Is 43)



Curioso il comportamento di Dio: dato che è molestato dai nostri peccati, decide di cancellarli così si pacificano le cose. Certo noi faremmo diversamente, probabilmente cercheremmo di neutralizzare chi ci molesta impedendogli di continuare nel suo modo di agire. Dio invece perdona, decide lui di eliminare la causa del disagio e cancella i peccati.

Addirittura va oltre, e predispone il percorso che ci conduce alla perfezione. Noi possiamo così correre con perseveranza, tenendo fisso lo sguardo su Gesù, verso la nostra meta che è la pienezza di vita, perchè Gesù ha sopportato per noi la lotta contro il peccato.

E le opere che il Padre ha dato da compiere al Figlio testimoniano la sua stessa identità ed annunziano che davvero è lui l'inviato del Padre.



Preghiamo col Salmo



L'anima nostra attende il Signore:

egli è nostro aiuto e nostro scudo.

E' in lui che gioisce il nostro cuore,

nel suo santo nome noi confidiamo.




avatar
enricorns2
Admin

Messaggi : 454
Data d'iscrizione : 10.09.16

Visualizza il profilo dell'utente http://certamentecerto.forumattivo.com

Torna in alto Andare in basso

Re: Preghiera e pensiero del giorno (rito ambrosiano)

Messaggio Da enricorns2 il Lun Set 19, 2016 1:12 pm


Donaci, Signore, la tua sapienza


19.09.2016


1Pt 5,1-14; Sal 32; Lc 17,26-33





"Umiliatevi sotto la potente mano di Dio, affinchè vi esalti al tempo opportuno, riversando su di lui ogni vostra preoccupazione, perchè egli ha cura di voi". (1Pt 5)



Occore essere vigili per accogliere la venuta del Signore: il giorno in cui il Figlio dell'uomo si rivelerà, al giudizio finale, verrà all'improvviso senza dar tempo a proroghe. Ma non è una sorta di minaccia, quanto una promessa di accoglienza e di amore.

Nella sua letera Pietro indica quale deve essere il comportamento in vita per essere discepoli del Signore. Lui sottolinea l'umiltà che è l'stteggiamento di chi si fida e sa di confidare in chi non mancherà di proteggerlo. Perchè Dio è il Dio di ogni grazia che chiama alla sua gloria eterna di Cristo Gesù: importante è non perdere questa certezza, ben sapendo che dopo sofferenze, difficoltà e incertezze, Lui stesso ci riporrà sulle fondamenta solide.



Preghiamo col Salmo

L’anima nostra attende il Signore:
egli è nostro aiuto e nostro scudo.
È in lui che gioisce il nostro cuore,
nel suo santo nome noi confidiamo.
Su di noi sia il tuo amore, Signore,
come da te noi speriamo.
avatar
enricorns2
Admin

Messaggi : 454
Data d'iscrizione : 10.09.16

Visualizza il profilo dell'utente http://certamentecerto.forumattivo.com

Torna in alto Andare in basso

Re: Preghiera e pensiero del giorno (rito ambrosiano)

Messaggio Da enricorns2 il Mar Set 20, 2016 2:13 pm


Donaci, Signore, la tua sapienza


20.09.2016


Gc 1,1-8; sal 24; Lc 18,1-8



"Considerate perfetta letizia, miei fratelli, quando subite ogni sorta di prove, sapendo che la vostra fede, messa alla prova, produce pazienza".



Le prove della vita non devono abbattere: la sollecitazione è di preservare nella fede. Una fede forte che sa ottenere la sapienza per comprendere il senso delle cose secondo il giudizio di Dio. Così il povero si riconoscerà veramente ricco e non desidererà i beni del mondo, labili e senza valore.

Prezioso strumento è la preghiera, come ci insegna la parabola di Gesù. Il dialogo incessante con Dio che ascolta e non si lascia superare in accoglienza e provvidenza da nessuno. Dio farà giustizia prontamente a chi gli chiede aiuto, ma la fede sarà durevole e persistente sulla terra? Domanda quasi inquietante che però induce a non trascurare il contatto con Dio.



Preghiamo col Salmo



Fammi conoscere, Signore, le tue vie,
insegnami i tuoi sentieri.
Guidami nella tua fedeltà e istruiscimi,
perché sei tu il Dio della mia salvezza;
io spero in te tutto il giorno.
avatar
enricorns2
Admin

Messaggi : 454
Data d'iscrizione : 10.09.16

Visualizza il profilo dell'utente http://certamentecerto.forumattivo.com

Torna in alto Andare in basso

Re: Preghiera e pensiero del giorno (rito ambrosiano)

Messaggio Da enricorns2 il Mar Set 20, 2016 2:16 pm


Martedi, Settimana della III Domenica dopo il Martirio di S. Giovanni il Precursore



Santi Andrea Kim Taegon, sacerdote, Paolo Chong Hasang e compagni, martiri


20.09.2016


L’evangelizzazione della Corea risale agli inizi del secolo XVII, quando alcuni coreani, visitando Pechino, vennero a contatto con la fede cristiana. Ritornati in patria, seppero organizzare, anche senza pastori, una fervente comunità, che perseverò nella fede fino all’arrivo dei primi missionari francesi.

Notizie di Andrea Kim, figlio di Ignazio (il padre fu pure martirizzato nel 1821), ci giungono da due lettere da lui scritte in carcere nel 1846. Andrea nacque nel 1821 da una fervente famiglia cristiana, che dovette fuggire da Seul per l’incombere della persecuzione. Nel 1836, ormai quindicenne, entrò in contatto con padre Maubant, uno dei primi missionari entrato clandestinamente in Corea, che lo mandò a Macao nella speranza di prepararlo al sacerdozio.

Nel 1844, diacono, ritornò in patria. A ordinarlo sacerdote fu Mons. Ferréol, che Andrea, con molta astuzia, era riuscito a introdurre nel suo paese. La stretta collaborazione tra i due, pur in clima di persecuzione, portò molti frutti. Andrea fu molto amato dai suoi connazionali, non solo perché coreano, ma anche perché esemplare nella pratica del vangelo e di grande capacità comunicativa nel trasmettere la fede con un linguaggio semplice e profondo. Casualmente scoperta la sua identità di cristiano, fu incarcerato nella primavera del 1846; si cercò in ogni modo di farlo apostatare ma, non riuscendovi, dopo atroci torture, fu decapitato, il 16 settembre del 1846.

Altro insigne apostolo, ma laico, fu Paolo Chong Hasang nato a Mahyan nel 1795. Suo padre Agostino e suo fratello Carlo furono martirizzati nel 1801, mentre lui, la madre e la sorella furono imprigionati e privati di tutti i loro beni. Una volta liberato, ormai ventenne, si dedicò alla comunità cristiana, allora senza pastori, privilegiando i poveri. Una delle aspirazioni più grandi di Paolo Chong era quella di cooperare all’introduzione dei sacerdoti in Corea. Per questo affrontò numerosi e difficilissimi viaggi fino a Pechino – dove poteva partecipare all’Eucaristia – per implorare l’invio dei missionari. La venuta del vescovo Imbert fece sì che Paolo Chong potesse pensare ad una sua preparazione al sacerdozio. Ma il riaccendersi della persecuzione lo portò in prigione, dove, dopo atroci torture, fu decapitato il 22 settembre 1839.
avatar
enricorns2
Admin

Messaggi : 454
Data d'iscrizione : 10.09.16

Visualizza il profilo dell'utente http://certamentecerto.forumattivo.com

Torna in alto Andare in basso

Re: Preghiera e pensiero del giorno (rito ambrosiano)

Messaggio Da enricorns2 il Mer Set 21, 2016 12:20 pm

Donaci, Signore, la tua sapienza

21.09.2016
s. Matteo, apostolo ed evangelista

At 1,12-14; Sal 18; Ef 1,3-14; Mt 9,9-17
 

Suscita scandalo che Gesù mangi coi peccatori; con gente che non gode buona fama e forse anche non è di fatto molto onesta. Ma lo scandalo viene da chi illusoriamente si crede immune dal peccato. (Mt 9)

Negli scritti dei Padri della Chiesa si parla sovente degli Apostoli come dei "principi"; Matteo non si presenta come un principe, ma come un peccatore perdonato. Ed è qui ripeto il fondamento dell'apostolato: aver ricevuto la misericordia del Signore, aver capito la propria povertà e pochezza, averla accettata come il "luogo" in cui si effonde l'immensa misericordia di Dio: "Misericordia io voglio; non sono venuto a chiamare i giusti, ma i peccatori".
Una persona che abbia un profondo sentimento della misericordia divina, non in astratto, ma per se stessa, è preparata per un autentico apostolato. Chi non lo possiede, anche se è chiamato, difficilmente può toccare le anime in profondità, perché non comunica l'amore di Dio, l'amore misericordioso di Dio. ~ vero Apostolo, come dice san Paolo, è pieno di umiltà, di mansuetudine, di pazienza, avendo esperimentato per se stesso la pazienza, la mansuetudine e l'umiltà divina, se si può dire così: l'umiltà divina che si china sui peccatori, li chiama, li rialza pazientemente.

Preghiamo col Salmo

I cieli narrano la gloria di Dio,
e l’opera delle sue mani annunzia il firmamento.
Il giorno al giorno ne affida il messaggio
e la notte alla notte ne trasmette notizia
avatar
enricorns2
Admin

Messaggi : 454
Data d'iscrizione : 10.09.16

Visualizza il profilo dell'utente http://certamentecerto.forumattivo.com

Torna in alto Andare in basso

Re: Preghiera e pensiero del giorno (rito ambrosiano)

Messaggio Da enricorns2 il Gio Set 22, 2016 6:30 pm


Donaci, Signore, la tua sapienza


22.09.2016


Gc 1,19-27; Sal 36; Lc 18,18-23



Di fronte all'invito di Gesù di lasciare tutto per seguirlo, il ricco si rattrista perchè non sa rinunciare ai suoi molti beni materiali. (Lc 18)



La Parola di Dio, seminata nel cuore, deve portare frutto nelle opere: non basta ascoltarla, va pure attuata. E molte sono le opere, parole, azioni comportamenti, che testimoniano con coerenza quanto la Parola insegna. Se si trascurano le opere, la Parola diventa evanescente e non lascia segno. "Siate di quelli che mettono in pratica la Parola - ci dice l'apostolo Giacomo - e non soltanto ascoltatori di essa, illudendo voi stessi". I testi liturgici di oggi mirano ad insegnare che il criterio di vita di Dio è semplice e sostanziale: non sono i beni materiali, le ricchezze accumulate, le grandi imprese compiute, seppur onestamente, a portare la vera felicità, a dare il pieno senso della vita, ma il porle a disposizione di chi è più povero, il camminare nella verità, la ricerca costante di quanto il Signore ci chiede a servizio degli altri e del regno.



Preghiamo col Salmo



Sta’ in silenzio davanti al Signore e spera in lui.
Desisti dall’ira e deponi lo sdegno,
non irritarti: non ne verrebbe che male;
perché i malvagi saranno eliminati.
I poveri invece avranno in eredità la terra.
avatar
enricorns2
Admin

Messaggi : 454
Data d'iscrizione : 10.09.16

Visualizza il profilo dell'utente http://certamentecerto.forumattivo.com

Torna in alto Andare in basso

Re: Preghiera e pensiero del giorno (rito ambrosiano)

Messaggio Da enricorns2 il Ven Set 23, 2016 10:53 am


Donaci, Signore, la tua sapienza


23.09.2016


Gc 2,1-9; Sal 81; Lc 18, 24-27



Secondo la Scrittura la legge fondamentale è 'amerai il prossimo tuo come te stesso'. Fate il bene senza favoritismi personali per non commettete un peccato. (Gc 2)



Un insegnamento importante e difficile da accogliere, e da seguire, per gli stessi discepoli di Gesù. Infatti è drastica la sentenza secondo cui il ricco non può entrare nel Regno. Ma forse la prima domanda è chi è il ricco? Certo non è solo questione di beni materiali, ma sicuramente di considerazione di sè e della ragione di vita: è piuttosto chi ritiene di non dover rendere conto della propria vita e di essere arbitro unico delle proprie decisioni. Quando invece la legge fondamentale è l'amore al prossimo. Senza motivi di interesse personale ma solo per totale gratuità.





Preghiamo col Salmo



Dio presiede l’assemblea divina.
«Fino a quando emetterete sentenze ingiuste
e sosterrete la parte dei malvagi?
Difendete il debole e l’orfano,
al povero e al misero fate giustizia!».
avatar
enricorns2
Admin

Messaggi : 454
Data d'iscrizione : 10.09.16

Visualizza il profilo dell'utente http://certamentecerto.forumattivo.com

Torna in alto Andare in basso

Re: Preghiera e pensiero del giorno (rito ambrosiano)

Messaggio Da enricorns2 il Sab Set 24, 2016 8:52 am


Donaci, Signore, la tua sapienza


24.09.2016


Dt 14,22-29; Sal 96; 1Cor 9,13-18; Lc 12,32-34



"Non temere, piccolo gregge, perchè al Padre vostro è piaciuto dare a voi il Regno. Vendete ciò che possedete e datelo in elemosina". (Lc 12)



Le letture odierne portano l'attenzione sul rapporto tra denaro e testimonianza di fede. Mosè indica al popolo quanto Dio comanda per impiegare il denaro secondo criteri di solidarietà in modo che orfani, vedove, stranieri e leviti possano vivere senza miseria. Le decime, ovvero un decimo dei raccolti e degli averi, siano dunque impegnati per il servizio della carità.

L'apostolo Paolo è ulteriormente determinato nell'affermare che servire il vangelo è una missione che non può essere ragione di privilegio: "annunciare il vangelo non è per me un vanto, perchè è una necessita che mi si impone", e in quanto incarico affidato non richiede ricompensa. Questa è per lui la gratuita predicazione del vangelo per la quale si pone a servizio di tutti, in umiltà profonda e col solo desiderio che almeno qualcuno accolga l'annunzio della salvezza.



Preghiamo col Salmo



Perché tu, Signore,
sei l’Altissimo su tutta la terra,
eccelso su tutti gli dèi.
Odiate il male, voi che amate il Signore:
egli custodisce la vita dei suoi fedeli,
li libererà dalle mani dei malvagi.
avatar
enricorns2
Admin

Messaggi : 454
Data d'iscrizione : 10.09.16

Visualizza il profilo dell'utente http://certamentecerto.forumattivo.com

Torna in alto Andare in basso

Re: Preghiera e pensiero del giorno (rito ambrosiano)

Messaggio Da enricorns2 il Dom Set 25, 2016 10:43 am


Il giusto opera il bene e vive con fede


25.09.2016
Pr 9,1-6; Sal 33; 1Cor 10,14-21; Gv 6,51-59



Siamo invitati al convito della Sapienza. Chi vi prende parte riceve l'intelligenza, assimila e si nutre della Parola di Dio. (Pr 9)



Gesù è il pane vivo disceso dal cielo, e lo è perchè ci dà da mangiare la sua carne, che è per la vita del mondo, e ci offre da bere il suo sangue. Non stupisce la reazione dei Giudei di fronte a tali affermazioni di Gesù in sinagoga, ma lui ribadisce che la resurrezione e la vita eterna sono la comunione con lui e sono donate a chi mangia la sua carne e beve il suo sangue.

Il banchetto della Sapienza di cui parla la prima lettura ci appare chiaramente come anticipazione del banchetto eucaristico. Il dono della carne e del sangue di Gesù sono già il convito celeste anticipato. Pertanto è chiaro come sia impossibile al cristiano partecipare ad altri tipi di sacrifici e di banchetti che sono idolatri. Ed è quel solo pane che fa di tutti noi, molti popoli e diversi, un unico corpo in Cristo.



Preghiamo col Salmo



L'angelo del Signore si accampa

a quelli che lo temono, e li libera.

Guastate e vedete com'è buono il Signore;

beato l'uomo che in lui si rifugia.
avatar
enricorns2
Admin

Messaggi : 454
Data d'iscrizione : 10.09.16

Visualizza il profilo dell'utente http://certamentecerto.forumattivo.com

Torna in alto Andare in basso

Re: Preghiera e pensiero del giorno (rito ambrosiano)

Messaggio Da enricorns2 il Lun Set 26, 2016 9:46 am


Il giusto opera il bene e vive con fede


26.09.2016


Gc 2,14-26; Sal 111; Lc 18,28-30





Non c'è nessuno che abbia lasciato casa o moglie o fratelli o genitori o figli per il regno di Dio, che non riceva molto di più nel presente. (Lc 18)



Pietro chiede a Gesù di rassicurarlo sul fatto che non verrà meno la sua promessa di vita eterna per loro che lo hanno seguito senza riserve e Gesù ribadisce la vicinanza di Dio a quanti operano nella fede. Una fede che, comunque, è impegnativa, come afferma anche Giacomo nella sua lettera, perchè esige un comportanento coerente e fatto di scelte e di fatti reali. Senza opere la fede è morta; non basta un'adesione intellettuale a verità e precetti, ci vuole uno stile di vita adeguato. E la concretezza delle opere si esplica innanzi tutto nella carità verso i fratelli e nella piena fiducia nella Parola di Dio. Abramo ha creduto e fu chiamato amico di Dio; così la prostituta Raab che ha agito per il bene salvando i messaggeri dal pericolo di cattura, è giustificata da Dio.





Preghiamo col Salmo



Il giusto opera il bene e vive con fede.

Beato l'uomo che teme il Signore

e nei suoi precetti trova grande gioia.

Potente sulla terra sarà la sua stirpe,

la discendenza degli uomini retti sarà benedetta.
avatar
enricorns2
Admin

Messaggi : 454
Data d'iscrizione : 10.09.16

Visualizza il profilo dell'utente http://certamentecerto.forumattivo.com

Torna in alto Andare in basso

Re: Preghiera e pensiero del giorno (rito ambrosiano)

Messaggio Da enricorns2 il Mar Set 27, 2016 8:02 am


Il giusto opera il bene e vive con fede


27.09.2016


Gc 3,1-12; Sal 38; Lc 18,35-43





Gli annunciarono: «Passa Gesù, il Nazareno!». Allora gridò dicendo: «Gesù, figlio di Davide, abbi pietà di me!». Quelli che camminavano avanti lo rimproveravano perché tacesse; ma egli gridava ancora più forte: «Figlio di Davide, abbi pietà di me!».(Lc 18,40)



Un uomo privo della vista percepisce il passaggio di Gesù e ne chiede conferma. La gente gli annuncia il suo nome ed a quel punto lui lo chiama gridando, come se lo stesse aspettando da tempo e più di ogni cosa desiderasse essere da lui ascoltato. "Fiiglio di Davide abbi pietà di me".

L'insegnamento è che Dio sostiene anche nelle prove e sa liberare da esse chi gli è devoto, chi cioè non cancella amore, giustizia e verità e non pretende di mettersi al posto di Dio. E' la fede che salva, come ha salvato il cieco del brano evangelico che, non curante dei rimbrotti, grida a Gesù la sua richiesta di aiuto e ne riceve in dono la vista. Il seguito è esemplare: ci vede, riconosce Gesù e lo segue, loda Dio.



Preghiamo col Salmo



Ascolta la mia preghiera, Signore,
porgi l’orecchio al mio grido,
non essere sordo alle mie lacrime,
perché presso di te io sono forestiero,
ospite come tutti i miei padri.
avatar
enricorns2
Admin

Messaggi : 454
Data d'iscrizione : 10.09.16

Visualizza il profilo dell'utente http://certamentecerto.forumattivo.com

Torna in alto Andare in basso

Re: Preghiera e pensiero del giorno (rito ambrosiano)

Messaggio Da enricorns2 il Mer Set 28, 2016 10:38 am


Il giusto opera il bene e vive con fede


28.09.2016


Gc 3,13-18; Sal 36; Lc 19,11-27




Non si deve vivere pigramente, ma con impegno laborioso, mettendo a frutto i doni ricevuti da Dio. (Lc 19)




Ci sono varie interpretazioni della felicità in terra, molte però contrastano con la linea di giustizia e verità indicata da Dio. Chi stima che la felicità stia nella vita squilibrata, nei continui festini, nella malvagità e nel potere su altri, subirà il castigo, fin da ora, perchè sarà schiavo della sua stessa corruzione.

Chi è saggio mostri con la buona condotta - ci dice l'apostolo giacomo - che le sue opere sono ispirate a mitezza e sapienza. A maggior ragione, chi ha avuto la possibilità di conoscere Gesù Cristo e si lascia invischiare in situazioni di vita sbagliate, sarà più responsabile di chi non ha avuto le stesse possibilità di partenza.

Gesù insegna a chi lo incalza per sapere quando sarà l'ultimo giorno, che bisogna essere laboriosi e mettere a frutto i talenti, ognuno al proprio meglio, perchè è quanto Dio ci ha dato in dono, senza fare i conti di un domani prestabilito, ma ponendo nelle mani di Dio il futuro proprio e degli altri.




Preghiamo col Salmo


Affida al Signore la tua via,

confida in lui ed egli agirà:

farà brillare come luce la tua giustizia,

il tuo diritto come il mezzogiorno.
avatar
enricorns2
Admin

Messaggi : 454
Data d'iscrizione : 10.09.16

Visualizza il profilo dell'utente http://certamentecerto.forumattivo.com

Torna in alto Andare in basso

Re: Preghiera e pensiero del giorno (rito ambrosiano)

Messaggio Da enricorns2 il Gio Set 29, 2016 8:03 am


Il giusto opera il bene e vive con fede


29.09.2016


Ss. Michele, Gabriele e Raffaele, arcangeli



Ap 11,19-12,12; Sal 137; Col 1,13-20; Gv 1,47-51




"Fa', o Dio, che sostenuti dai tuoi angeli avanziamo fiduciosamente sulla via della salvezza".




Gli Angeli sono esseri misteriosi, e in forma misteriosa ne parla il profeta Daniele nella celebre profezia sul Figlio dell'uomo che la liturgia ci fa leggere oggi: "Un fiume di fuoco scendeva dinanzi a lui; mille migliaia lo servivano e diecimila miriadi lo assistevano". Daniele non nomina gli Angeli: parla di fuoco, di migliaia, di miriadi di miriadi. Nella sua visione gli Angeli non sono gli esseri più importanti, perchè "uno, simile ad un figlio d'uomo" è introdotto fino al trono di Dio, ed a lui "diede potere, gloria e regno", è a lui che "tutti i popoli serviranno".

La stessa cosa vediamo nel vangelo: gli Angeli sono al servizio del Figlio dell'uomo. Gli Angeli di Dio sono al servizio del Figlio dell'uomo, cioè di Gesù di Nazaret; la nostra adorazione non è rivolta agli Angeli, ma a Dio e al Figlio di Dio. Gli Angeli sono servitori di Dio che egli, nella sua immensa bontà, mette al nostro servizio e che ci aiutano ad avere un senso più profondo della sua santità e maestà e contemporaneamente un senso di grande fiducia, perché questi esseri terribili sono al nostro servizio, sono nostri amici.


Preghiamo col Salmo


Ti rendo grazie, Signore, con tutto il cuore:

hai ascoltato le parole della mia bocca.

A te voglio cantare davanti agli angeli,

mi prostro verso il tuo tempio santo.
avatar
enricorns2
Admin

Messaggi : 454
Data d'iscrizione : 10.09.16

Visualizza il profilo dell'utente http://certamentecerto.forumattivo.com

Torna in alto Andare in basso

Re: Preghiera e pensiero del giorno (rito ambrosiano)

Messaggio Da enricorns2 il Ven Set 30, 2016 12:02 pm


Il giusto opera il bene e vive con fede


30.09.2016


Gc 4,13-5, 6; Sal 61; Lc 20,1-8




Chi dunque sa fare il bene e non lo fa, commette peccato. E ora a voi, ricchi: piangete e gridate per le sciagure che cadranno su di voi! (Gc 5)



La lettera di Giacomo ha un carattere di grande attualità perchè coglie nel vivo alcuni aspetti della vita presente dove sembra che il destino delle persone sia legato esclusivamente al loro darsi da fare e conquistare ricchezze e potere. Ci siamo dimenticati che comunque e sempre, ieri come oggi e come anche domani, la vita di ognuno e di tutti è nelle mani del Signore.

L'apostolo ci ricorda che dovremmo dire sempre: "Se il Signore vorrà, farò la tal cosa o la tal'altra!". E sanziona l'arroganza con cui si affronta la vita.Questa può essere la chiave per comprendere anche il breve vangelo di Luca che mostra una strana 'confusione' di rapporti tra Davide e Cristo. Infatti il Cristo è detto figlio di Davide, ma Davide lo chiama Signore: è il pieno mistero del Dio con noi che si fa figlio dell'umanità e insieme ne è il Signore.



Preghiamo col Salmo



Solo in Dio riposa l’anima mia:

da lui la mia speranza.

Lui solo è mia roccia e mia salvezza,

mia difesa: non potrò vacillare.

In Dio è la mia salvezza e la mia gloria;

il mio riparo sicuro, il mio rifugio è in Dio.
avatar
enricorns2
Admin

Messaggi : 454
Data d'iscrizione : 10.09.16

Visualizza il profilo dell'utente http://certamentecerto.forumattivo.com

Torna in alto Andare in basso

Re: Preghiera e pensiero del giorno (rito ambrosiano)

Messaggio Da enricorns2 il Sab Ott 01, 2016 11:49 am


Il giusto opera il bene e vive con fede


1.10.2016


Dt 15,12-18b; Sal 97; Fm 1,8-21; Mt 8,5-15




Carissimo, pur avendo in Cristo piena libertà di ordinarti ciò che è opportuno, in nome della carità piuttosto ti esorto, io, Paolo, così come sono, vecchio, e ora anche prigioniero di Cristo Gesù. (Fm 1,Cool



La proposta cristiana non è un'imposizione, ma si declina nell'ambito della carità, del rispetto della libertà altrui, e nel clima dell'amicizia. Nel testo del Deutoronomio sono date le condizioni dell'accoglienza e della condivisione: si parte dal debitore vincolato al creditore che diventa suo amico e si stabilisce con lui acquisendonoe le caratteristiche di vita e quasi l'identità.

Un insegnamento che l'apostolo Paolo riprende incoraggiando un discepolo ad accogliere una persona di cui lui si era preso cura. "Se dunque tu mi consideri amico, accoglilo come me stesso. E se in qualche cosa ti ha offeso o ti è debitore, metti tutto sul mio conto. Io, Paolo, lo scrivo di mio pugno: pagherò io". Farsi carico di altri è un invito che vale per tutti, in ogni tempo.

Così Gesù accoglie le sollecitazioni di un centurione ad intervenire per risanare un suo servo, e Gesù risponde prontamente lodando la fede di quell'uomo. Ed è la fede che muove l'azione di Gesù che non si cura che si tratti solo di un servo e non di un personaggio di rilievo! La sofferenza merita sempre e comunque una risposta di attenzione e di amore da parte di Gesù.





Preghiamo col Salmo



Cantate inni al Signore con la cetra,
con la cetra e al suono di strumenti a corde;
con le trombe e al suono del corno
acclamate davanti al re, il Signore.
avatar
enricorns2
Admin

Messaggi : 454
Data d'iscrizione : 10.09.16

Visualizza il profilo dell'utente http://certamentecerto.forumattivo.com

Torna in alto Andare in basso

Re: Preghiera e pensiero del giorno (rito ambrosiano)

Messaggio Da enricorns2 il Dom Ott 02, 2016 1:25 pm


L'anima mia è rivolta al Signore


2.10.2016


Is 56,1-7; Sal 118; Rm 15,2-7; Lc 6,27-38



Così dice il Signore: "Osservate il diritto e praticate la giustizia, perchè la mia salvezza sta per venire, la mia giustizia sta per rivelarsi". (Is 56)



La salvezza è aperta a tutti coloro che amano e servono il Signore. Per questo saranno raccolti in unità sia i figli di Israele che quanti si dedicano al Signore e a lui si uniscono nella preghiera: la mia casa si chiamerà casa di preghiera per tutti i popoli, ci dice il Signore in Isaia.

Dall'esercizio della giustizia e dalla pratica della preghiera, scaturisce la misericordia che consente di accoglierci gli uni gli altri nel bene, così come Cristo accoglie ciascuno di noi. L'amore verso i nemici e la misericordia che sa perdonare generosamente, sono i caratteri che contrassegnano colui che segue il Signore e fa del discorso della montagna la norma del proprio comportamento.

Gesù ribadisce che la misericordia distingue lo stile di Dio, e chi è indulgente rende presente e diffonde la stessa bontà divina, la conferma e la evidenzia.



Preghiamo col Salmo



Nella via dei tuoi insegnamenti è la mia gioia

più che in tutte le ricchezze.

Voglio meditare i tuoi precetti

considerare le tue vie.

Nei tuoi decreti è la mia delizia,

non dimenticherò la tua parola.
avatar
enricorns2
Admin

Messaggi : 454
Data d'iscrizione : 10.09.16

Visualizza il profilo dell'utente http://certamentecerto.forumattivo.com

Torna in alto Andare in basso

Re: Preghiera e pensiero del giorno (rito ambrosiano)

Messaggio Da enricorns2 il Lun Ott 03, 2016 12:07 pm

L'anima mia è rivolta al Signore

3.10.2016
Gc 5,7-11; Sal 129; Lc 20, 9-19
 
 
Chi dunque sa fare il bene e non lo fa, commette peccato. E ora a voi, ricchi: piangete e gridate per le sciagure che cadranno su di voi! (Gc 5)
 
La lettera di Giacomo ha un carattere di grande attualità perchè coglie nel vivo alcuni aspetti della vita presente dove sembra che il destino delle persone sia legato esclusivamente al loro darsi da fare e conquistare ricchezze e potere. Ci siamo dimenticati che comunque e sempre, ieri come oggi e come anche domani, la vita di ognuno e di tutti è nelle mani del Signore. L'apostolo ci ricorda che dovremmo dire sempre: "Se il Signore vorrà, farò la tal cosa o la tal'altra!". E sanziona l'arroganza con cui si affronta la vita.Questa può essere la chiave per comprendere anche il breve vangelo di Luca che mostra una strana 'confusione' di rapporti tra Davide e Cristo. Infatti il Cristo è detto figlio di Davide, ma Davide lo chiama Signore: è il pieno mistero del Dio con noi che si fa figlio dell'umanità e insieme ne è il Signore.
 
Preghiamo col Salmo
 
Solo in Dio riposa l’anima mia: da lui la mia speranza.
Lui solo è mia roccia e mia salvezza, mia difesa:
non potrò vacillare.
In Dio è la mia salvezza e la mia gloria;
il mio riparo sicuro, il mio rifugio è in Dio.
avatar
enricorns2
Admin

Messaggi : 454
Data d'iscrizione : 10.09.16

Visualizza il profilo dell'utente http://certamentecerto.forumattivo.com

Torna in alto Andare in basso

Re: Preghiera e pensiero del giorno (rito ambrosiano)

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Pagina 1 di 2 1, 2  Seguente

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum